venerdì 6 febbraio 2015

Mary Read - Nemica del genere umano

Mi sarà difficile dimenticare l'intrepida Mary,
Copertina - Illustrazione di Andrea Rizzi
perché in lei risiede la parte più nascosta di tutte noi: una donna che sfida il mondo e le convenzioni in nome della libertà personale (quella profonda, radicata nell'animo) un po' per indole, un po' per necessità.

Mary ci prova anche a vivere secondo i dettami della società: in questo secondo capitolo della storia della sua vita, Michela Piazza ci fa incontrare una Mary diversa, una moglie non poi troppo scontenta del suo nuovo ruolo: è felice accanto all'uomo che ama e che ricambia il suo amore (l'ex commilitone Ian, che ha saputo guardare al di là delle sue stravaganze in abiti maschili e la ama per quello che è); con lui, ha aperto una taverna. E' una donna serena. E' una donna. Finalmente, è solo una donna.
L'unico neo nella loro vita matrimoniale è la mancanza di un figlio.
Tutto sommato, però, l'esistenza di Mary sembra aver trovato pace.
Eppure.
Eppure, il mare è un potente richiamo mai sopito e la nostra eroina, costretta dagli eventi, tornerà a vestire abiti maschili.
Noi non possiamo fare altro che cambiarci d'abito con lei, lasciarci tutto alle spalle (compreso il dolore) e salpare, imbarcarci un'altra volta, solcare gli oceani sulla nave del leggendario e variopinto Calico Jack.
Sono rimasta incantata dal personaggio di Anne Bonny, l'amante del capitano. Il suo rapporto con Mary ha un che di magico: un primigenio odio che diventa amore quando l'identità di Mary le viene rivelata; un amore che può esistere solo tra due donne che si capiscono e si comprendono. Quello che va al di là di tutto e di tutti, un amore che è più di Amicizia, è più di Sorellanza. Un amore che ti fa desiderare di viverlo a pieno, perché doni simili capitano troppo di rado.
Anne, la signorina, l'altezzosa, è davvero un personaggio che conquista, così tanto femminile e sensuale, rispetto a Mary, è destinata ad essere il suo completamento.

"Mary..." ripetè "Io e te, da oggi, siamo più che sorelle. In futuro, chiunque parlerà dell'una citerà anche l'altra: saremo l'incubo della Marina e di tutti quegli uomini che vorrebbero le donne sottomesse e schiave del focolare (...) Saremo due arpie sputate dall'Inferno, altroché! E, qualunque cosa accada, nessuna di noi due sarà mai più sola contro il mondo."

La storia di Mary Read si apre sul dolore della protagonista, e nel dolore questa storia si chiude.
Perché puoi essere forte quanto vuoi, puoi sfidare ogni convenzione, ma se sei una donna -e lo sei, in pieno!- esistono esperienze in grado di metterti in ginocchio.
Vissuta (quasi sempre) come un uomo, Mary affronta ora una fine spiccatamente e tragicamente intrisa di femminilità. E a noi lettori fa un ultimo regalo: riempie quel vuoto che ci lascia... con una nuova promessa. La più grande e vera che un essere umano possa fare a un altro essere umano.
I suoi occhi si chiudono, ma noi lettori non possiamo che essere felici di un fatto: che esista qualcuno che ha raccolto la sua eredità e che ce l'abbia regalata.
A Michela Piazza va il merito di aver riportato alla luce la vera storia della piratessa che visse da uomo. Con le sue grandi doti narrative e un'accurata ricerca storica, l'autrice ci ha condotti agilmente a bordo di navi, in mezzo a uomini duri e spietati che combattono per se stessi, ci ha porto mestoli di rum e ci ha protetti durante gli attacchi, tra l'odore della polvere da sparo e il sibilare delle sciabole.
Una storia profonda e coinvolgente che riesce a toccare le corde più profonde del lettore. Una storia che si vorrebbe non finisse mai.



Per seguire Mary e la sua autrice: Mary Read - di guerra e mare (pagina facebook)

Acquista su Amazon:

Mary Read - di guerra e mare (versione e-book)
Mary Read - di guerra e mare (versione cartacea)
Mary Read - nemica del genere umano (versione cartacea)
Sito casa editrice: Butterfly Edizioni


L'AUTRICE
Michela Piazza è laureata in Storia.
Ha lavorato come bibliotecaria, traduttrice e correttrice di bozze, è stata coautrice del fumetto umoristico Fotoronmao edito su riviste nazionali. Ha scritto racconti di vario genere -dall'horror al rosa- comparsi in antologie.
Con Butterfly Edizioni ha pubblicato il romanzo d'avventura "Mary Read - di guerra e mare".
Vive ad Arona col marito, il figlio Tito e numerosi gatti viziati.

Nessun commento:

Posta un commento