giovedì 6 agosto 2015

La folla invisibile (il mondo dello scrittore visto da chi gli vive accanto)


"Particolare gratitudine va a mio marito,
che è costretto a dividere la casa con tante persone invisibili."
 
 
Ho scovato questa nota nei ringraziamenti del meraviglioso volume di Hilary Mantel, Anna Bolena - Una questione di famiglia.
Fermo restando che
ogni volta che leggo di Anna Bolena, che vivo con lei la scalata al potere e la vedo camminare inesorabile verso i gradini del patibolo, ogni volta che sono lì con lei, già con gli occhi bendati, sentendo alle mie spalle i movimenti del boia di Calais, spero sempre che arrivi in extremis un messaggero recante la grazia di Enrico;
fermo restando che

Ogni volta una scusa! - di Monica Portiero



"Ho scritto questo libro per una mia amica, l'ho scritto per darle una voce,
dato che sembra non averla.
Ho parlato dell'uomo che la perseguita, perché nessuno fa niente.
Vorrei dire alle donne cui capita ed è capitato questo: tu non sei sola."

Oggi non comincio la recensione di Ogni volta una scusa! con un estratto del libro, ma con le parole dirette dell'autrice, Monica Portiero.
Quando ho finito la lettura, l'ho contattata chiedendole semplicemente: "Perché?"

lunedì 6 luglio 2015

Giornata torrida alle porte di Idrethia (ovvero: il rientro da Andora, l'AG festival noir e il booktrailer di Rya)

La giornata è torrida.
Una di quelle giornate nelle quali perfino le zanzare se ne stanno in disparte e preservano le energie in attesa di climi migliori. La Bambina "legge" i suoi giornaletti illustrati alle bambole e fuori non tira un alito di vento.

In testa, ho ancora il ricordo di Andora, che ha ospitato nei giardini di Palazzo Tagliaferro la fiera del libro Buona Lett(erat)ura e il Festival Letterario AG Noir,

mercoledì 24 giugno 2015

"Destino crudele - Storia di un giovane" di Massimiliano Bellezza



"Non so se crescere sia poi così emozionante, talvolta penso l'esatto contrario. Sì, capisci tante cose ma in certi casi soffri anche di più proprio perché le comprendi; sei più indipendente e dovresti diventare più responsabile."

giovedì 18 giugno 2015

Segnalazione "Oltre il velo della realtà" di Patrizia Catenuto



"Le lacrime mi rigarono il volto quando capii che mio padre stava per andare all’aldilà. Non mi era passato mai per la mente che un giorno ci potesse lasciare.
Ascoltando le sue parole, la rabbia che avevo dentro nei confronti di questa terribile malattia lasciava il posto a un altro doloroso vissuto: il senso di colpa.

martedì 16 giugno 2015

Quando Pinketts prende il tuo libro sotto la cravatta...


Tutto inizia al Salone del Libro di Torino di quest'anno, quando un uomo si avvicina allo stand de La Corte Editore e prende in mano uno dei libri esposti.

venerdì 12 giugno 2015

13 giugno 2015: presentazione in Feltrinelli (Varese) de "Il furto dei Munch"


Un sogno che si avvera, un obiettivo che si raggiunge.
Cosa significa, per un esordiente, presentare un libro in Feltrinelli?


Lo ammetto: non lo so ancora. Lo saprò domani sera.
Al momento, vivo un conclave di emozione, ansia, aspettativa e attesa.
Accidit in puncto quod non contigit in anno?
Una cosa del genere.

mercoledì 10 giugno 2015

Segnalazione "Il profumo del Sud" e intervista esclusiva a Linda Bertasi

La Storia per me è respiro, aria che mi entra nei polmoni e mi fa sognare.
Senza storia dove saremmo noi? Ve lo siete mai chiesti?
Noi siamo ‘storia’ e la scriviamo ogni singolo giorno della nostra esistenza.
 Il mio amore per la storia ha radici profonde, non ricordo un momento della mia vita che non fosse strettamente legato alla storia.
A scuola leggevo i libri di storia con fervore,
bevevo dalle pagine e restavo a bocca aperta di fronte alle gesta del passato.
Un romanzo storico o di ambientazione storica
dona quel qualcosa in più che non si trova altrove, almeno per me.
-dall'intervista a Linda Bertasi-

Linda Bertasi è una scrittrice dotata di sensibilità emotiva non comune.
La sua grande ricerca storica e l'immensa propensione che ha nel calarsi in quei "dettagli e particolari"

domenica 24 maggio 2015

"Il libro della Vita" di Debora de Lorenzi


Si può amare tanto? Si può arrivare a condannare la propria esistenza a un eterno supplizio?
Sì, certo che si può. Asher era tutti i miei sogni, le mie speranze.

martedì 12 maggio 2015

Novità editoriali in casa La Corte

Grandi novità annunciate per il Salone Internazionale del Libro di Torino, in casa La Corte Edizioni.
Per conoscere meglio la Casa Editrice, vi rimando al sito, ma credo che una breve presentazione sia d'obbligo:
Gianni La Corte fonda nel 2008 La Corte Editore, una

domenica 10 maggio 2015

Nasce Les Flaneurs - Comunicato Stampa


 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Les Flaneurs Edizioni: a Bari nasce una nuova casa editrice

 

Il panorama culturale pugliese si arricchisce di un nuovo soggetto editoriale.

sabato 9 maggio 2015

Il furto dei Munch

"Non c'è gusto nella vendetta,
a meno che il colpevole abbia il tempo di rendersi conto
di chi lo colpisce e del motivo del castigo."
 
Arthur Conan Doyle
Uno studio in rosso
parte seconda - La Terra dei Santi
Avevo ventisei anni quando è nata l'idea.
E, dal momento che da queste parti le idee hanno (quasi) sempre la forma di parole

martedì 28 aprile 2015

Divergent - Veronica Roth


Puoi anche essere una categoria dello spirito e vivere in un mondo tutto tuo, ma quando una saga è sulla bocca di tutti, c'è poco da fare: ti arrendi e ti ci addentri.

venerdì 10 aprile 2015

Il compleanno del Fidanzato della Bambina

"Siamo mamme.
Abbiamo il sacrosanto diritto di
farci seghe mentali e
rompere per queste le balle agli altri."
-la finezza della Bolzan-

Parlo al telefono con un'Amica. Più di un'amica, in verità (da cui, la A maiuscola).
Quando condividi con qualcuno la stanza d'ospedale nel reparto maternità, quando affronti con lei -e due agguerritissimi cosini urlanti e paonazzi- un'intera notte in bianco -ma proprio in bianco, qui non si scrive mica per eufemismi!-, la ragazza in questione diventa Qualcosa.

Finalmente sei qui - Gianni La Corte

"Non dirlo a nessuno. Ti pregheranno di svelare il segreto,
ma appena glielo dirai, non conterai più niente (...).
Il segreto non fa colpo su nessuno.
Il trucco che c'è dietro, invece,
è ciò che conta!"
 
The Prestige - regia di C. Nolan, 2006-
 

 
Ma, dico io: ci vantiamo tanto di essere uomini e donne di mondo. Abbiamo letto una valanga di libri e visto tonnellate di film sull'argomento. Ne deriva che qualcosa dovrebbe pure esserci rimasto, no? Qualcosa dovremmo pure avere imparato. Dovremmo pure sapere come vanno le cose!
Invece, no.

martedì 7 aprile 2015

Una risata nella notte

Ci sono notti in cui il silenzio è una benedizione; altre, una condanna.
A svegliarmi, oggi, è stata una risata. Breve e improvvisa, uno scoppio incontenibile, come quando assisti a qualcosa di troppo buffo da permettere ai tuoi polmoni di trattenerlo anche solo per un altro istante.
Era la Bambina.

giovedì 2 aprile 2015

Quando la Bambina dimostra affetto, il tuo soffritto non può che bruciare

La Bambina è una creatura indipendente. Non è di quelle marmocchie che ti si accoccolano in grembo e richiedono coccole. Le sue manifestazioni di affetto sono rapide e incisive, non invade il tuo spazio e non ama che altri invadano il suo: è una "me" in versione mini, tanto che a volte mi chiedo come possano vedermi da fuori gli altri. Fortunatamente, poi, risolvo il dubbio con un'alzata di spalle e proseguo per la mia strada.

Noi siamo la nostra memoria

Sto leggendo un libro che parla della memoria. Di ricordi sbagliati come carta velina accartocciata. Di una vita costruita giorno per giorno, ogni volta da capo, senza sapere a cosa credere, senza appigli ai quali aggrapparsi, con una totale perdita di fiducia nelle cose e nelle persone che appartengono (ma appartengono poi davvero?) al nostro quotidiano.


Un libro che sa riempire d'angoscia il lettore, un libro che spalanca voragini di domande.
Chi siamo, veramente?
Siamo le persone sorridenti ritratte nelle fotografie?

lunedì 9 marzo 2015

Acque - Torbidi segreti





"Greta fissò l'insieme del dipinto e poi chiuse gli occhi; le sembrò di respirare l'odore di quell'acqua che arrivava fino a lei da secoli passati e di sentire il rumore delle onde che inghiottivano quella piccola barca, trascinandola negli abissi. Sentì una voce di donna che la chiamava. Aveva il suo stesso timbro di voce e lo stesso modo di pronunciare ogni singola lettera che componeva il suo breve nome."


Conquista, la grazia silenziosa e quieta di Laura Clerici.

sabato 28 febbraio 2015

Cuori d’inchiostro – Evento speciale promozione lettura, marzo 2015


Cuori d’inchiostro – Evento speciale promozione lettura, marzo 2015

Per tutto il mese di marzo trenta autori italiani decidono, di comune accordo, di scontare i loro romanzi per promuovere la lettura sul territorio nazionale. Si uniscono insieme per diffondere diversi generi letterari in tutta l’Italia: dallo storico al romance, dal fantastico al thriller. Ce n’è per tutti i gusti. I titoli sono molteplici e i contenuti vari, per accontentare anche i lettori più esigenti, senza, però, dimenticare che il prezzo è un elemento importante in questo periodo di crisi. La maggior parte dei romanzi sono disponibili in digitale su Amazon.it, per favorire la lettura su dispositivi elettronici, mentre alcuni titoli potrete ordinarli cartacei in offerta.

lunedì 23 febbraio 2015

Arriva Elso (e la famiglia si allarga)

Allora,
che Elsa sia ormai una presenza costante nella nostra vita e, cioè che è peggio, nella nostra casa, è ormai un fatto assodato.
Per chi si fosse perso la prima puntata: Elsa è la bimba che vive dietro la porta della mia camera da letto. Lì, proprio lì, nell'angusto spazio tra la porta e l'armadio.
Di lei non so molto, solo quello che la Bambina mi fa il favore di rivelarmi.

giovedì 19 febbraio 2015

Comiche in cassa


Mi sono imbattuta in un libro davvero carino! Una lettura piacevole e divertente sul magico mondo delle... cassiere!
Perché c'è tutto un mondo dietro quelle divise tutte uguali e quei sorrisi più o meno stereotipati.

martedì 17 febbraio 2015

My song for you - di Sheila Roberti

La copertina del libro


"Non voglio più cantare. Mi senti? Mi sentite? Basta, sono stanca... Lasciatemi in pace. Solo un po'. Tu non sai cos'è la mia vita. Sono un idolo. Sono un personaggio. Non sono reale! E non posso fare niente! Niente! Solo cantare..."

giovedì 12 febbraio 2015

Come vento ribelle




Diciamolo subito: la colpa non è di Sabrina: è che la Prandina si diverte a dipingerla sempre in situazioni compromettenti,

Elsa, che vive tra la porta e l'armadio

Ho sempre creduto di essere una persona con un buon senso pratico. Pochi sogni, poche fantasie e comunque tutte relegate su carta. Ma quando la Bambina insiste col dire che dietro la porta della mia camera da letto abiti un'altra bambina... be', qualche pensiero comincia a venirmi.
Comincia tutto in vacanza, qualche mese fa.
La Bambina sta

venerdì 6 febbraio 2015

Mary Read - Nemica del genere umano

Mi sarà difficile dimenticare l'intrepida Mary,
Copertina - Illustrazione di Andrea Rizzi
perché in lei risiede la parte più nascosta di tutte noi: una donna che sfida il mondo e le convenzioni in nome della libertà personale (quella profonda, radicata nell'animo) un po' per indole, un po' per necessità.

Uno sguardo all'interno: struttura del castello

Uno sguardo all'interno... be', ci vuole, no?
Il mondo di Rya è un mondo reale, fatto di foreste, taverne

giovedì 5 febbraio 2015

Solo chi è Grande può Scrivere male (e prendersi gioco di chi lo deride)

"Appendere lenzuola in quel gelo è una specie di tortura. Nessuno può saperlo se non c'ha provato, e una volta che c'ha provato, non se lo scorda più.
sci con la cesta, che ti sale in faccia tutto il vapore, e il lenzuolo che sta sopra è tiepido e magari pensi anche che non è poi la fine del mondo... se è la prima volta che ti capita. Ma ora che hai appeso il primo e hai raddrizzato bene gli angoli e l'hai fermato con le sei mollette, ha smesso di fumare. E' ancora bagnato, ma adesso è anche freddo. E tu hai le dita bagnate e anche le dita sono fredde. Però passi al secondo e poi a quello dopo e a quello dopo ancora e intanto le dita ti diventano rosse e cominciano a non funzionare bene e ti fanno male le spalle e hai un crampo nella bocca per la fatica di tenerci le mollette in modo da avere le mani libere per reggere quelle lenzuola della malora e tirarle bene bene, ma il vero supplizio è quello che senti nelle dita. Almeno diventassero insensibili. Quasi quasi ci speri. Invece no, solo rosse, e se hai abbastanza lenzuola da appendere ti passano al viola pallido, come i bordi di certi petali di giglio. Finisci che non hai più mani, hai come degli artigli. Allora cominci a star male perché sai che cosa succederà quando finalmente tornerai a casa con la cesta del bucato vuota e le mani reagiranno al caldo Prima formicolano, poi cominciano a pulsarti nelle nocche, solo che è una sensazione così profonda che sembra più un gridare che un pulsare. (...)
Quando le dita cominciano a riscaldarsi di nuovo, è come se ci avessi dentro un alveare. Così te le strofini con qualche unguento e aspetti che il prurito passi e già sai che puoi metterci tutto l'emolliente di questo mondo di quelli comprati in farmacia o chili di semplice crema, che tanto alla fine di febbraio avrai lo stesso la pelle così screpolata che se chiudi il pugno con forza ti si spacca tutta e prende a sanguinare."
 
 
Bene.
Quando mi prendono i momenti di sconforto, vado a rileggermi questo pezzo.
Io credo che un tizio come Stephen King possa piacere o non piacere, ma dovremmo almeno essere concordi su un fatto: sa scrivere e sa scrivere bene.
Altrimenti, non avrebbe buttato fuori un libro come Dolores Claiborne.

martedì 3 febbraio 2015

Presentazione "L'età più bella" 15 febbraio 2015

E poi, succedono cose che non ti aspetti.
Succede tutto per caso, in un periodo in cui hai altro per la testa.
Succede che apri un messaggio e ti si spalanca il mondo, e tu non puoi che abbassare gli occhi e mormorare "grazie", perché ogni altra parola sarebbe misera e superflua.
Succede che tu sei sempre stata una Categoria dello Spirito, e che adesso hai una ragione in più per esserlo (una necessità, una bazzecola: non possiedi il dono dell'ubiquità).
Succede che non sei mai stata a Lipari, che non prevedi nemmeno (purtroppo) di andarci a breve, ma che una parte di te, forse quella più importante, è già lì che sorride e si ambienta.
Succede questo:

Le regole della Fiaba

Che ci piaccia o no (e spesso non ci piace, perché ci sentiamo legati e privati di una sorta di libertà che crediamo di esserci guadagnati col sudore della fronte e le dita sporche di inchiostro), ogni genere narrativo ha delle regole, che poi vere e proprie regole ferree non sono. Diciamo che si tratta di norme...

lunedì 26 gennaio 2015

Giuramenti di Strasburgo vs Google Translator

E poi... boh, riprendi in mano le dispense di filologia romanza perché stai cercando una particolare citazione e ti incanti come ogni volta davanti al primo Google Translator della storia...

Giuramenti di Strasburgo (14 febbraio 842)

domenica 25 gennaio 2015

Onomastica (varie ed eventuali)

"Una cosa è certa: gli eroi non muoiono mai.
Essi ricompaiono sempre nel corso della storia,
sia pure sotto nomi fittizi."
 
Jean Markale, Lancelot et le chevalerie arthurienne,
IMAGO, 1985
 
 
La scelta dei nomi dei personaggi ha costituito una divertente sfida nella quale il mio amore per la

Emily Pigozzi

AUTORI BUTTERFLY / 3
 
EMILY PIGOZZI

 
Nasce a Mantova nel 1980. E’ piccolissima quando inizia a scrivere, e ad avvicinarsi a forme d’arte come la danza, il canto e la recitazione.

giovedì 22 gennaio 2015

Francesca Prandina

AUTORI BUTTERFLY / 2
 
FRANCESCA PRANDINA

BIOGRAFIA:
Francesca Prandina, danzatrice, coreografa e insegnante di danza è nata a Schio (VI) il 13 agosto 1979 e vive a Vanzago (MI) con il marito Vincenzo e due figli.

Laura Bellini

AUTORI BUTTERFLY / 1
LAURA BELLINI

 
Laura Bellini vive e lavora a San Piero in Bagno, un bellissimo paese dell’appenino Tosco-Romagnolo e qui, fra il verde della natura e un po’ di tempo libero, tesse le sue storie.

Lo scrittore in soffitta

"Giovannino" disse "tu pensi forse in carattere
bodoniano tondo come scrive la tua Olivetti?"
 
G. Guareschi, Lo Zibaldino, 1948

Da piccola avevo un'idea romantica dello scrivere.
Nella mia puerile visione, lo scrittore era una sorta di Rimbaud in soffitta,
foglio davanti e penna mangiucchiata in bocca, isolato nel suo mondo. L'unica cosa di cui dovesse mai preoccuparsi era:

mercoledì 21 gennaio 2015

Due parole sull'Epilessia


Il materiale informativo di cui sotto è tratto dalla postfazione medica a Sulle scale (AICE, Bologna, 2004), uscita a firma del  dott. Emilio Perucca (Professore Ordinario di Farmacologia Clinica e Sperimentale dell'Università degli Studi di Pavia) e del dott. Giovanni Battista Pesce (Segretario Nazionale AICE - Associazione Italiana contro le Epilessie).

In questa sede non si ricerca l'esaustività, naturalmente, ma fornire solo alcune piccole linee guida:

martedì 20 gennaio 2015

Dalla parte della Glaucopide

Forse il personaggio più odiato dell'intero romanzo.
E' la dottoressa che prende in carico Caterina nel corso del primo, lunghissimo ricovero in ospedale e, in una certa maniera, rappresenta quella particolare classe medica che basa le proprie convinzioni solo sull'evidenza dei fatti (in questo caso, i fatti sono rappresentati dall'esito negativo degli esami).
Una donna decisa e tutta d'un pezzo, che

lunedì 19 gennaio 2015

Il genere letterario

"Cosa vuol dire scrivere un libro? Prima di tutto: aver letto moltissimi altri libri, averli assimilati.
Non solo: ci vuole anche una straordinaria memoria.
(...)
Scrivere è un uso abnorme, quasi malato della memoria."
-da un'intervista a Susanna Tamaro, accusata di plagio-


Sono più che d'accordo. Scrivere significa aver saccheggiato tantissimi altri libri e averli riuniti tutti nella tua personale Caverna di Aladino.
Quanto allo scrivere un romanzo storico, poi...

sabato 17 gennaio 2015

Revolution - di Antonio Lanzetta




Ho avuto la fortuna di poter leggere in anteprima questo romanzo.

Devo avvertirvi: se, come mi auguro, entrerà nelle vostre case, fate attenzione e copritevi bene prima di cominciare la lettura, perché la gelida umidità metallica di Revolution vi penetrerà nelle ossa, bagnandovi fino al midollo,